Browsing: Antropologia

Antropologia
0

Sabato 19 Maggio ore 18.00, presso la Libreria-Caffetteria “Vradia”, in via Bellegra, 34, Roma (traversa di via Prenestina, zona Centocelle), presentazione del libro “IL FATTORE OZ. Alieni, sciamanesimo e multidimensionalità”, con l’autrice Enrica Perucchietti. Prima opera in Italia a trattare in modo completo il fenomeno dei cosiddetti rapimenti “alieni” in chiave paranormale, demonologica e parafisica.

Antropologia
1

Che rapporto esiste tra “fenomeni UFO”, sciamanesimo, possessioni diaboliche e stati alterati di coscienza? Operazioni, unioni sessuali, ibridazione, messaggi apocalittici: dietro la “maschera” adottata per ogni periodo storico, il modus operandi delle Abductions aliene è identico alle cronache dei rapimenti di viandanti da parte del Piccolo Popolo, ai viaggi spirituali degli Sciamani o ai tranelli architettati da Trickster, dèmoni e Jinn. Storia di un inganno che sta conquistando l’immaginario collettivo.

Antropologia
3

Un secolo fa, i darwinisti cercavano ancora il mitico “anello mancante”. Non contenti di aver esibito veri e propri falsi (come nel caso dell’Uomo di Piltdown, che era in realtà un montaggio tra la calotta cranica di un australiano e la mandibola di un orango fossilizzata artificialmente, ma che fu messo in mostra al British Museum per 40 anni…), ci furono anche persone “vive” che ne furono vittime. Il caso più atroce é quello di Ota Benga: una delle tante storie che i libri di scuola non raccontano…

Antropologia
4

E’ uno dei capolavori dell’arte e del simbolismo spirituale degli antichi Maya, ma per decenni, i cultori del mito extraterrestre l’hanno trasformato in una “prova” dei presunti contatti fra i nostri antenati ed esseri alieni, per via di una vaga somiglianza tra il bassorilievo e l’immagine di un astronauta. Uno studio recente, fa giustizia di queste elucubrazioni, e restituisce la lastra di Re Pacal al suo significato autentico: una meravigliosa rappresentazione del Cammino dell’anima nell’Aldilà.

Antropologia
0

Ogni tanto i paleontologi evoluzionisti annunciano a mezzo mondo di aver finalmente ritrovato “l’anello mancante” tra il genere Homo e le scimmie antropomorfe. Ma regolarmente, dopo qualche mese, si torna al punto di partenza. Questa é la storia dell’ultimissima “grande scoperta” che non chiarisce un bel niente sul mistero delle nostre origini: l’Australopitecus sediba.