“In principio furono gli alieni!?”. Mauro Biglino: scienza o mistificazione? (di Niccolò Bisconti)

77

Ospitiamo volentieri sul nostro blog il contributo dell’archeologo Niccolò Bisconti riguardo alle ipotesi biblico-extraterrestri dello scrittore Mauro Biglino (gettonatissime sul web e nel mondo della “cultura alternativa”). Secondo tali ipotesi -che si vorrebbero supportate dall’obbiettività degli studi biblici e filologici- la Bibbia sarebbe nient’altro che il RESOCONTO DELLA VISITA DI UN POPOLO ALIENO SULLA TERRA. Ma quanto vi é di realmente scientifico in tali visioni?

Niccolò Bisconti, laureato all’Università di Siena in Scienze dei Beni Archeologici ad Indirizzo Professionalizzante ora è iscritto alla laurea Magistrale in Archeologia presso la medesima università. Dal 2008 ha eseguito numerosi scavi e ricognizioni sulla Civiltà Etrusca a Populonia, nel Golfo di Baratti, nel comune di S.Vincenzo (Livorno). Nell’ambito dell’archeologia dei paesaggi ha svolto il progetto di “Valorizzazione del paesaggio urbano e rurale di Abbadia San Salvatore (Siena)”, dove è tuttora impegnato per il recupero dei beni archeologici locali. Dal 2012 collabora con il progetto universitario SB Research Group (SBRG) con il quale ha pubblicato alcuni articoli di ricerca e studio in particolare nel campo dell’archeoacustica”.

————————————

In questi mesi c’è un gran vociferare sul web sulle teorie del Sig. Mauro Biglino (http://www.maurobiglino.it/) come archeologo e studente universitario in difesa di quella che reputo la vera ricerca accademica vorrei poter spendere qualche parola a riguardo.

E’ davvero curioso il fatto che questa crisi economica, politica, sociale e  religiosa sia accompagnata in parallelo dall’esponenziale aumento di teorie a dir poco stravaganti.
Queste ipotesi (chiamiamole così) spacciate praticamente per verità vengono vendute in  libri dai titoli provocatori e spesso un pò troppo presuntuosi. Ed ecco che si urla al complotto ed inevitabilmente si alimenta un odio verso una (o più) religione, la quale viene accusata di ingannare l’umanità.

Il lavoro di Biglino in questi anni è consistito proprio in questo, nell’affermare senza mezzi termini che la Bibbia non parla di Dio, non parla di creazione e non è un testo sacro.  Nella visione “biglinana” Il dio descritto nella Bibbia è considerato, in simil stile al film Prometheus,  un malvagio alieno co-creatore dell’umanità, sbarcato in un ignoto passato sulla terra  insieme ad altri individui:  gli “Elohim”.
Ma chi sono gli Elohim? Chi li ha creati? Biglino non lo sa, d’altronde lui si limita a tradurre la Bibbia, non è affar suo dire se è nata prima l’uovo o la gallina.
Se la Bibbia veniva accusata di essere un libro di fantasia, adesso c’è la tendenza a vederci al suo interno ufo, alieni e complotti, fino ad arrivare a  considerarla nemmeno più un testo sacro.
Lo vada a dire alle vecchiette di Chiesa!

Battute a parte, in cosiffatto modo il Mauro Biglino, da molti definito addirittura “professore” (in realtà non è nemmeno laureato) ha preso un testo, alla base delle tre più grandi religioni del mondo (ebraismo, cristianesimo e islam) e ne ha capovolto interamente il significato a suo piacimento, vantandosi inoltre, spesse volte, di aver avuto il sostenimento di alcune delle sue ipotesi da parte di filologi ebrei (di cui si ignora l’identità però, visto che non riporta mai nome e cognome).
Basterà indagare un pò per comprendere che la realtà è un’altra.

Digitando la parola “confutazione Biglino” su qualsiasi motore di ricerca fuoriesce che i “filologi ebrei” in realtà sono solamente esperti di ebraico oppure ebrei  che, in forum italiani di consultazione ebraica, con grande semplicità e pazienza, smontano tranquillamente le traduzioni di Biglino in ogni dove, senza mai avallare minimamente le sue ipotesi.
Ci sono decine di pagine dove vengono corrette e aspramente derise gran parte delle traduzioni di Biglino risultanti nella maggioranza dei casi imprecise, errate o mal interpretate.
Ma Biglino non molla e anzi continua a testa alta la sua lotta, appoggiato ogni giorno da un esiguo numero di seguaci e fans ignoranti del fatto che al mondo esistono, e sono esistite, migliaia di persone che hanno speso la loro intera vita a tradurre i testi biblici.
Ma la domanda è: fino a Biglino nessuno si è mai accorto che la Bibbia non parla di Dio?

Lo slogan di Biglino è “la traduzione letterale”.Tuttavia il fatto che si limiti a tradurre letteralmente la Bibbia (sbagliando oltretutto spesso) non significa e non dimostra un bel niente, anzi banalizza ancora di più il suo lavoro che ritenerlo serio a questo punto diviene un’utopia.
L’ebraico, come d’altronde tutte le lingue, oltre che tradotto deve essere interpretato, occorre tradurre la semantica e contestualizzare dei concetti che sono stati espressi in un’epoca remota e in una cultura che niente ha a che fare con quella occidentale.
Scusate se è poco; per fare l’archeologo non basta saper scavare, idem per un traduttore, egli dovrebbe limitarsi a tradurre non ad interpretare.  Siamo inoltre sicuri che la sola interpretazione letterale del testo sia giusta? La risposta è ovviamente no.

L’archeologia biblica negli ultimi 50 anni ha dimostrato ampliamente che la  Bibbia non è un libro attendibile dal punto di vista storico-archeologico e che la sua accuratezza quindi è da ridimensionare notevolmente (corrente “minimalista”).

La Bibbia non ha un valore prettamente letterale, presenta vari livelli di interpretazione e per comprenderla occorre inevitabilmente conoscere il resto della letteratura, della cultura, delle tradizioni del popolo ebraico, in sintesi del suo “habitat”.

Biglino  ha scoperto l’acqua calda;  che la Bibbia non sia un libro solamente religioso non è una novità, basta infatti studiare un pò la cultura ebraica per comprendere che il Tanach ed il Talmud rappresentanto l’intera letteratura antica, la storia e la legislazione di un popolo; ergo sono molto più di un testo religioso per il popolo ebraico.
Si sta parlando di tematiche talmente complesse ed estranee alla nostra cultura che ritengo vergognoso trattarle e presentarle in modo superficiale come fa il sig. Biglino nelle sue conferenze, occorrerebbe un’intera laurea e forse non basterebbe per affrontare tali problematiche.
Sparare a zero su secoli di studi filologici e ancor di più su una cultura intera non rientra nei canoni della serietà e dell’onestà intellettuale, ma ancor più patetico è il ricorso al vittimismo come arma di difesa:
“io ho scoperto la verità e tutti mi vogliono tacere, perchè è scomoda”.
Per favore, nessuno mai ha voluto far tacere Biglino e nessun uomo dotato di ragione e un minimo di preparazione ha mai preso seriamente i suoi scritti, il dibattito e la critica di questi mesi sono nati per necessità e dovere, per difendere quella che è la vera ricerca accademica lontana anni luce dal “facciamo finta che” del sig. Mauro Biglino.
Sono stati chiesti dei confronti pubblici ai quali Biglino ha rinunciato, già questo basta per compredere quanto sia seria ed onesta la ricerca del traduttore.
E’ anche triste leggere uscite come queste “ chi critica Biglino sono persone prese dalla loro fede schiave della propria religione biblica a tal punto da esserne ossessionate” (fonte http://atheumdiary.blogspot.it/2013/07/a-difesa-di-mauro-biglino.html).
Oltre che essere un’affermazione falsa, è anche assurda, di certo la fede non ha bisogno di essere difesa, come non ha bisogno di essere difeso il libro più famoso dell’intera storia dell’umanità. I motivi delle critiche non sono  da ricondurre solo a fanatici religiosi ma anche e soprattutto a chi è stanco di sentire toni presuntuosi di chi urla al complotto e all’inganno.
In seconda istanza reputo che le critiche siano state mosse dal desiderio impellente di difendere la vera ricerca accademica  e la razionalità che pare essere ultimamente molto in crisi,  quasi in concorrenza alla crisi economica globale.

Mauro Biglino inizialmente,  non voleva parlare nè di Dio nè tantomeno di religioni che derivano dalla Bibbia; peccato però che ha finito per accusarle tutte  di essere false e, fatto ancora più curioso, ne ha creata un’altra identica a quella di Claude Vorilhon,  il fondatore del movimento dei raeliani.
Infatti il credo di Biglino è identico a quello di Rael: quest’ultimo crede che il nome Elohim, presente nelle antiche versioni della Bibbia ebraica, si riferisca a “coloro che vennero dal cielo”, i creatori  diretti dell’Homo Sapiens, stessa identica ipotesi!
Permettetemi la battuta, forse Rael dovrebbe denunciare Biglino per plagio!

La questione di Elohim e della sua corretta interpretazione è stata ribattuta più volte da numerosi studiosi di ebraico, non è mia intenzione quindi  ripercorrere gli errori del sig. Biglino spiegati in decine di pagine di vari blog e forum; vorrei invece concentrarmi più sulla logicità delle sue affermazioni evidenziando le contraddizioni che emergono dalle sue affermazioni.
Usando il metodo del “facciamo finta che”, ipotizziamo che gli Elohim siano un gruppo di colonizzatori spaziali venuti sulla terra,  a questo punto viene da chiedersi perchè il suddetto termine, se nasconde basi politeiste che indicherebbero non Dio ma più dèi, non sia stato direttamente sostituito con un sostantivo al singolare da coloro che hanno manipolato (secondo Biglino) la reale verità.
Una dimenticanza?
No, la risposta ovvia è che  semplicemente non c’è nessun complotto, Elohim veniva utilizzato come plurale di astrazione e su questo oramai è inutile continuare a discutere.
E’ una peculiarità delle lingue semitiche, per esempio in Giudici 10:6 troviamo che la dea  Astarte è resa al plurale con “Astarti”, altro esempio analogo è il nome di Allah che nonostante sia al plurale viene interpretato dagli arabi al singolare.
Per gli ebrei e gli arabi tutto ciò è normale, per gli italiani un pò meno,  ecco che allora facendo leva sull’ignoranza e sul senzionalismo si serve la minestra calda e tutti la ingollano ad occhi chiusi.
La dice lunga anche il fatto che nessuno studioso accademico nel campo della filologia abbia convalidato anche solo in parte le ipotesi contenute nel best seller di Biglino.
Inoltre occorre chiedersi come mai Biglino oltre a fare su e giù per l’Italia parlando ore ed ore in conferenze non spende un pò del suo tempo in un bel dibattito pubblico con ebrei e filologi.
Lascio al lettore la soluzione dell’enigma.

Un’altra questione logica che mette in crisi l’ipotesi aliena di Biglino riguarda la cronologia relativa delle due correnti letterarie  J ed E, vediamo perchè:

Nella libro della Genesi, dell’Esodo e nei Numeri, Dio è definito con le quattro lettere ebraiche YHWH (Jahvè o Yahweh), ma nel resto viene invece chiamato Elohim o El,  gli studiosi hanno quindi classificato le due correnti assegnandole rispettivamente il nome  J alla sorgente “jahevista”, ed E a quella “Elohista”.
Se  si vuol credere che gli Elohim siano giunti sulla terra (punto 2 e 3) ed in seguito abbiano suddiviso la terra e assegnato il popolo ebraico a Jahvè (punto 4) è logico dedurre che nel testo dovremmo trovare più antica la corrente E rispetto a quella J.

1)ELOHIM ARRIVANO SULLA TERRA—-> 2) YHWH SCEGLIE IL POPOLO EBRAICO

E’ lo stesso ragionamento che si applica nel metodo stratigrafico in archeologia (cronologia relativa), ossia  lo strato che sta sotto ad un altro è inevitabilmente quello più antico; ergo analizzando il testo biblico  dovremmo trovare prima la corrente E e poi in seguito la corrente J.  Ed è qui che cade l’asino.

Gli studi sono concordi nel ritenere la sorgente J (jahevista) essere la corrente più antica, essa risale infatti al periodo della monarchia unita di Giuda, forse al tempo di Salomone o poco dopo la sua morte (970-930 a.C.); mentre la fonte E (elohista) invece è stata redatta  nelle regioni del nord e composta sotto la prospettiva del regno di Israele, nel periodo dell’indipendenza che va da 930 al 720 a.C.
Peccato che Biglino nei suoi torpiloqui nelle conferenze non lo dica.

Continuando sul filo del semplice ragionamento logico, la visione  che ha Biglino di Dio è l’opposta di quella che si evince leggendo la Bibbia per intero (ma basta anche solo l’A.T.).
Su youtube sono a decine i video-intervista/conferenza dove il ricercatore spiega  che traducendo alla lettera il testo masoretico emergerebbe una verità incredibile e totalmente ribaltata sulla figura del Dio biblico.
Si prenderà in esame le dichiarazioni date in questo video che può essere visionato al seguente URL: http://www.youtube.com/watch?v=NsCoC0enDx0

Brevemente  si possono riassumere le dichiarazioni di Mauro Biglino sul Dio biblico in questi punti:

1) E’ un individuo in carne ed ossa.
2) Appartiene alla schiera degli Elohim (gruppo di presunti alieni provenienti da un ignoto luogo).
3) El Elyon ha suddiviso la terra per il numero degli Elohim.
3) Yahweh è uno dei tanti governatori (Elohim) a cui è “toccato” in eredità un popolo.

Per verificare se c’è un fondamento a queste incredibili affermazioni prendiamo la comune Bibbia che abbiamo a casa (come ci invita  Biglino) e andiamo a cercare le descrizioni che riguardano il Dio biblico:
-Yahweh: il SIGNORE, l’”Io Sono”, nome che allude al Dio eternamente autoesistente (Esodo 3:13-14)
-Adonai: il Signore, nome che indica il rapporto fra un Padrone e il Suo servitore (Esodo 4:10, 13);
-El Elyon: l’Altissimo, Colui che è più forte (Genesi 14:20);
-El Roi: il Forte che vede (Genesi 16:13);
-El Shaddai: l’Iddio onnipotente (Genesi 17:1);
-El Olam: il Dio eterno (Isaia 40:28);

Le descrizioni continuano:

– “La nostra mano ha trionfato, e non l’Eterno che ha fatto tutto questo!” (Deuteronomio 32:27)
– “Prima che nascessero i monti e la terra e il mondo fossero generati, da sempre e per sempre tu sei, Dio.” (Salmi 90:2)

In sintesi la Bibbia nella sua interezza ci descrive chiaramente ed inequivocabilmente i caratteri di YHWH; oltre a definirlo eterno viene descritto come:
immutabile (Malachia 3:6; Numeri 23:19; Salmi 102:26,27),

incomparabile, ineguagliato e perfetto (2 Samuele 7:22; Salmi 86:8; Isaia 40:25;),

onnipotente, ( Geremia 32:17, 27),

onnipresente (Salmi 139:7-13; Geremia 23:23),

onnisciente (Salmi 139:1-5; Proverbi 5:21).

Viene da domandarsi a questo punto con che criterio si possa affermare che il Dio biblico è “un individuo in carne ed ossa dotato di fisicità”.
Biglino afferma che YHWH era uno degli Elohim scesi dallo spazio che guidò gli isrealiti.
Viene da chiedersi come mai nei popoli adiacenti  non ci sia traccia di questi altri extraterrestri come per esempio nel vicino popolo egizio.
Il sig. Mauro Biglino per ovviare a tali problematiche saltando di palo in frasca (come sa ben fare) tira in ballo nomi di altri studiosi come Bauval ed Hancock e fa intendere che anche i due credevano che la costellazione di Orione, molto presente nella religione egizia (per motivi totalmente diversi e concreti), fosse un possibile luogo da cui sarebbero venuti gli alieni. Tutto ciò non è vero. Lo stesso Bauval ha preso da tempo le distanze da simili folli teorie, infatti scriveva:

 ricercatori inesperti, dilettanti, fanatici, ciarlatani
– le piramidi furono costruite dagli abitanti (…) di Atlantide
– vennero erette da una civiltà tecnologica ora scomparsa grazie alla levitazione
– erano centrali di energia
– ricevitori elettromagnetici per comunicazioni interstellari
– vennero costruite dagli alieni […]
( fonte: ‘Il Codice Egizio’, pag. 7)

Molti hanno definito Mauro Biglino il “Sitchin italiano”, forse qualcuno lo vedrà come un complimento vista la grande popolarità che ha avuto Sitchin negli ultimi anni; purtroppo però oltre a non vedere arrivare mai il famigerato “pianeta Nibiru” Zecharia Sitchin ha ricevuto dal mondo accademico una bella bocciatura:

“ Nel mondo accademico non vi è alcuna considerazione dei lavori di Sitchin ed il suo nome, quale autore di opere pseudo-scientifiche, è pressoché sconosciuto. A prescindere dalla generale chiusura degli ambienti accademici, non esistono lavori di Sitchin che possano ritenersi scientifici, per varie ragioni. Sitchin, come altri autori del genere, costruisce le sue teorie sulla traduzione di passi e non sull’interpretazione del testo originale”
(Lorenzo Verderame, docente di assiriologia dell’università di Roma “La Sapienza”)

C’è da ricordare inoltre che le ipotesi di Mauro Biglino sugli alieni nella Bibbia non sono nuove anzi sembrano essere un remix di fantateorie degli anni 60/70.
Preme citare i libri  “I carri degli dèi” di Erich von Daniken, “La Bibbia e i dischi volanti” di Barry Downing.

Concludendo “facciamo finta che” il sig. Mauro Biglino abbia ragione,  se vuole completare la sua missione oltre che continuare a fare conferenze e pubblicizzare il suo nuovo libro dal titolo ancora più presuntuoso ci si aspetta che tenga un confronto pubblico con filologi ebrei e con studiosi laici per dimostrare al mondo le sue ragioni.
Arriverà mai quel giorno?

Dott. Niccolò Bisconti

 

Share.

About Author

77 commenti

  1. Di Donato Domenico on

    Caro Gianluca Marletts ti scrivo in risposta riguardo il sig. Biglino che ha tradotto il codice Masoretico
    di Leningrado per le edizioni Paoline
    insieme a monsignor Ravasi per oltre 10 anni, comunque la bibbia bisogna leggerla con molta attenzione si scopriranno cose molto interessanti.
    Un cordiale saluto Domenico

    • bruno cataldi on

      Vergognatevi Bisconti e co,per colpa vostra e dei bugiardi come voi che viviamo in Italia e non solo la situazione che ce oggi! Se avete un minimo di coraggio presentatevi ad una delle conferenze che il signor Biglino fa quasi ogni settimana in giro per l Italia,NON SCORDIAMOCI che lavorara per il Vaticano nelle edizioni S Paolo ed il Vaticano sicuramente non assume un incompetente… A maggior ragione basta leggere quella schifezza dell antico testamento Italiano con mille errori gia a partire dalle prime pagine,come Caino che dopo aver ammazzato Abele viene scacciato da Dio dall eden ed ha paura che altre persone lo uccidano (ahahah cerano solo dio adamo ed eva),LEGGETE al posto di giudicare a volo,penso che chi scrive queste cose come il signor Niccolo BISCONTI non sia nient altro o un ebreo o un MASSONE che da MILLENNI cercano di tenerci ben lontana la verità sulla nostra storia! Leggetevi le descrizioni dei cherubini sull antico testamento italiano e fatevi due risate… RIcordate che nel 1600 hanno condannato GALILEO GALILEI perchè diceva che la terra non era piatta che girava intorno al sole e che non era sorretta (ahsauhsa) dai dei cherubini e per questo è stato preso per PAZZO!! Ci troviamo nella stessa identica situazione e le persone come Niccolo Bisconti dovrebbero essere isolate e allontanate per l incolumità della verità di noi poveri UMANI tenuti all oscuro della nostra origine….V E R G O G N A

      • Gianluca Marletta on

        “Caino che dopo aver ammazzato Abele viene scacciato da Dio dall’eden” é divertentissima!
        In quale Bibbia l’hai letta, scusa?

      • Niccolò Bisconti on

        Le persone come me stanno nelle Università laiche e pubbliche, le persone come Biglino stanno su YouTube e hanno seguaci del tuo livello. Se ci riesci chiediti perchè….

      • Vi consiglio la lettura del libro “Elohim, la prova del dio alieno”. Ne scoprirete delle belle. Anzi, bellissime. Per esempio scoprirete la verità su Biglino e l’assunzione dal Vaticano. 😉

    • Mauro Biglino non ha MAI tradotto per le edizioni Paoline, bensì per le Edizioni San Paolo, e non ha mai svolto alcun lavoro insieme a Mons. Ravasi. Solo in un unico testo i due nome appaiono vicini, ma non perché abbiano lavorato insieme ma solo perché nel libro in questione sono stati chiamati uno per una cosa, e uno per un’altra. Possiedo le prove di quello che sto dicendo.

  2. Caro Di Donato per prima cosa le edizioni paoline hanno diffidato il SIGNOR BIGLINO dal pubblicare che ha collaborato con Ravasi ,SECONDA COSA VAI A PAGINA 184 DEL SUO ULTIMO LIBRO E SCOPRI CHE HA INSERITO DELLE FOTO FALSE quindi appoggio al massimo le dichiarazioni del vero professore BISONTI

  3. Da quando Zecharia Sitchin ha introdotto quelle immense cappellate su Nibiru, gli Alieni e i Sumeri è stato tutto un susseguirsi di libri copia-incolla da parte di una marea sterminata di improvvisati archeologi che hanno fiutato l’affare del secolo in quanto a vendita di libri e facili guadagni. Compreso David Ike ! Sitchin presunto sumerologo, Biglino ebraista per la edizioni Paoline va bene, ma le loro credenziali universitarie dove sono ? Chi può attestarle ? Comunque la Bibbia resta sempre un grosso mistero date le numerose incongruenze ! Spero si tratti di errori di traduzione perchè alcune parti del Genesi o del’Esodo sono un po’ stranucce e contraddittorie. Ma se Gesù insegnava nelle sinagoghe avendo appunto il Pentateuco o comunque la Tora’ a disposizione possibile che non si fosse accorto di nulla ? Sicuramente sapeva il fatto suo nella lettura e nella interpretazione di tali scritti sacri i quali spesso nascondono allegorie e simbologie comprensibili solo agli iniziati. Inoltre tali scritti sono frutto di sovrapposizioni di vari autori nel corso dei secoli che possono creare anche un po’ di confusione. Ma da li’ a postulare una invasione degli Alieni che hanno scelto il popolo ebraico per realizzare non si capisce bene quale piano ce ne corre ! La barzelletta degli esperimenti genetici su scimmioni preesistenti per schiavizzarli nelle miniere di oro fa pena . Comunque sulla Terra degli ominidi c’erano già ma chi li aveva creati ? Un bell’impianto genetico et voilà l’uomo è fatto ! Questi lestofanti della falsa cultura hanno il compito massonico di sviare le menti deboli e coltivare l’ateismo e la confusione. Da questo momento in poi se Dio non esiste allora non esiste più una morale e allora tutto diventa lecito e possibile ,compresa la pedofilia, lo sdoganamento della omosessualità libera e delle droghe e del razzismo.

    • E avanti con questo assunto, assolutamente indimostrato, che l’etica sia legata alla fede in un Dio, ben riassunto dalla famosa frase di Dostojevski: “Se Dio non esiste, tutto è permesso!” immancabilmente citata in tutte le opere e conferenze apologetiche cattoliche.
      Si potrebbe agevolmente rispondere, in rima, “In nome di Dio tutto è stato commesso!” Si potrebbe notare,che, specialmente in Italia, tutti i grandi farabutti, truffatori e mafiosi ostentano frequentazioni vaticane e donazioni alle opere pie, ma per restare nei termini dell’oggettività dimostrabile, diciamo che non c’è correlazione tra religione ed etica.

    • Hai dimostrato tutta LA TUA IGNORANZA E DI NON AVERE NEANCHE PIù UN NEURONE FUNZIONANTE, Laura,sei un relitto del medioevo che ancora cerca di aver qualcosa da dire.CHE PENA!
      LA TUA MENTE DISTORTA FA ORRORE, FANNO ORRORE TUTTE LE TUE PAROLE DEGNE DEI CRIMINALI CHE BRUCIAVANO LE PERSONE SUL ROGO.CHE SCHIFO!Devi solo vergognarti!!!!!!!!!!
      Ma pensi di vivere nell’anno mille?

    • Cara Laura
      Gli Alieni, o Elohim o chi fossero, non hanno scelto gli ebrei, si sono divisi il pianeta tra loro a proprio uso e consuno, come qualsiasi colonizzatore.
      Sono gli ebrei a dire che l’essere che li guidava el il vero e unico Dio.
      Capisco che ogni popolo si automagnifichi, quello che non accetto è che è stato strumentalizzato per creare, prima la religione ebraica e poi quella cristiana.
      In quel momento abbiamo perso la nostra libertà e vera identità.
      Qui l’unico alieno che vedo è Ashtar Sheran Bisconti.

  4. Nuovo articolo di mauro biglino, l’origine delle religioni secondo Mauro Biglino Molti mi fanno domande sulla possibile origine delle religioni, rispondo con un esempio facendo finta che… …io giunga – volontariamente o forzatamente – su un pianeta o su un territorio sconosciuto e selvaggio del mio stesso pianeta.

    • Non occorre far finta! C’è una storia ben documentata da antropologi accademici, avvenuta poco tempo fa in alcune isole del Pacifico: dopo la partenza dei militari americani che avevano occupato queste isole per usarle come basi aeronavali nella mguerra al giappone,gli indigeni, addolorati per la partenza di questi uomini ricchi di ogni ben di Dio e dotati di congegni per loro magici, hanno sviluppato una nuova “religione”: il “cargo cult”, che si esplica in rituali dove gli indigeni ricostruiscono come possono imitazioni delle installazioni americane e danzano cantano e pregano per il ritorno degli “dei” che gli avevano riempiti di scatolette, sigarette e cioccolata.

  5. Faccio rispettosamente notare che le ipotesi di questo illustre Professore, a giusta confutazione delle fregnacce propalate da Biglino, sono un po’ troppo simili a quanto da me abbondantemente argomentato sulla rivista on-line “Tracce d’Eternità” e su quella cartacea “XTimes”, già da ANNI. Aggiungo che esiste il sito http://ame-confutatio.blogspot.it che argomenta le stesse cose, anche in questo caso da gran tempo. Mi sembra che sarebbe stato il caso di verificare qualche fonte, con tutto il rispetto per il lavoro del Professore.
    Ah, il sito consulenzaebraica è composto da FIOR DI EBRAISTI, e non da quattro scafessi.
    Giusto per la precisione.

    • Gianluca Marletta on

      Volevo chiedere la cortesia di EVITARE espressioni offensive (o potenzialmente tali) nei confronti di terzi (siano essi il Dott. Biglino o altri). Questo é un blog di discussione, dove si possono criticare (anche duramente) le idee, NON LE PERSONE! Grazie.
      Gianluca Marletta

    • Caro Get Smart
      Fior di Ebraisto…dimostra solo che ci sono persone che, invece di fare qualcosa di positivo e utile, hanno incontrato un “modus vivendi” per sbarcare il lunario.
      Infatti, prima si inventano la teologia e poi passano l’eternità a discutere su qualcosa che hanno inventato loro (questo vale anche per i teologi della chiesa).
      Ma quando vi sveglierete e capirete che se esiste un Dio è dentro di noi. Cercare un Dio “fuori” è dimostrazione di insicurezza, che però è conveniente, perchè deleghi le tue responsabilità a qualcun’altro, che esista o no.

      • Gianluca Marletta on

        Mi permetto di entrare un attimo in questa interminabile discussione, ribadendo semplicemente la mia opinione:
        1) Personalmente, reputo “l’esegesi” biblica di Biglino assolutamente priva di senso; e questo, a dire il vero, non solo per le conclusioni in chiave extraterrestralista, ma semplicemente perché é impossibile (direi grottesco e persino ridicolo) interpretare un Testo Sacro (si chiami Bibbia, Vedanta, Corano, ecc.) a prescindere della visione metafisica che ad esso é sottintesa. Senza la Metafisica, tali testi NON si spiegano. Punto! Faccio un esempio? Capire cos’é l’Eden (cos’é, dico, non …cosa é stato) senza conoscere nulla degli Stati Molteplici dell’Essere, delle Modalità dello Stato Umano, della differenza tra corpo, anima e spirito, é …flatus vocis.
        2) Da questo punto di vista, Biglino non é più “colpevole” di altri. Che tali esegesi, infatti, possano diffondersi e persino (sic) essere prese sul serio da qualcuno, é solo un sintomo dell’oscuramento intellettuale dei nostri tempi. Moltissimi Preti e “teologi”, che ignorano tutto della stessa Dottrina che dovrebbero predicare, sono decisamente più responsabili di lui…
        3) Per quanto riguarda “l’ipotesi extraterrestre”, a mio pare, la totale assenza di prove archeologiche di qualsiasi tipo (foss’anche un banalissimo “transistor” in una banalissima tomba egizia) é, da questo punto di vista, fin troppo significativa… Stiamo parlando del nulla.
        Scusate il disturbo, riprendete la discussione.

        • non mi affascinano per nulla le conclusioni di Biglino, ma ritengo che il suo lavoro di traduzione abbia degli spunti interessanti.
          Tu scrivi che, tuttavia, quel lavoro è viziato alla base perché non muove da premesse di lettura teologica.
          Francamente, a parte la sconcertante petizione di principio del tuo ragionamento, è agevole osservare:
          A) che pur volendo dare una chiave di lettura teologica del testo, la sua interpretazione non sorregge una visione monoteistica ma, al più enoteistica. Fosse Yahwee un essere in carne ed ossa o fosse un Dio, sarebbe uno fra vari e non l’unico. Il dato è inconfutabile.
          B) in chiave teologica, non avremmo un testo molto diverso da quello che vi viene offerto dai miti greci. Se occorre porre un referente interpretativi, più che una premessa di natura trascendentale (come fai a dare per assodato che chi ha scritto la bibbia mirasse ad un elaborato di questo tipo), l’interpratazione storicamente orientata dal testo (l’unica ovviamente plausibile) conduce ad utilizzare quelle fonti letterarie come chiave premessa ermeneutica.

  6. Sono Pier Giorgio Lepori, alias Archeomisterica Eterodossa, blogger di ‘Confutatio’. Ho constatato che l’articolo di Bisconti richiama riflessioni oltre che di Marino e de Il Cecca anche del sottoscritto. Pertanto, pur ringraziando Marletta che mi ha permesso di postarlo su ‘Confutatio’, mi vedo costretto a cancellarlo dal blog adducendo i perché appena evidenziati. Riprendere concetti è sacrosanto tanto quanto citarne le fonti però.
    Grazie.

    AME-Confutatio – Archeomisterica

  7. Raffaele Noro on

    Questo Bisconti si firma Dottore ed ha la laurea triennale… E dal curriculum pare che sia diventato esperto biblista zappando due tombe etrusche 😀 un personaggio del genere che credibilità può avere?

  8. Amerigo Mancini on

    Avete scritto “Sparare a zero su secoli di studi filologici e ancor di più su una cultura intera non rientra nei canoni della serietà”.

    Mi chiedo quale sia il vostro risentimento a riguardo di un pazzo che dice follie?
    Ci sono tanti libri di fantascienza e non sembrano infastidirvi tanto.

    Come sarei felice da semplice lettore trovare altri filolofi che creano tesi “ufficiali” e che le presenti al pubblico con la stessa passione che usa Mauro Biglino nelle sue tesi.

    La cultura è diffusa dalla passione. La conoscenza essoterica è per gli studiosi ma la divulgazione è un fatto che conosceva anche Aristotele.
    Non si tratta tanto di trovare la verità, ma di renderla interessante.
    Aristotele studiava la retorica, i modi di affascinare il pubblico.

    Mauro Biglino sembra convincere.
    I preti, e tutti coloro che diffondono il “messaggio ufficiale” risultano ridicoli in confronto.

    Parlo ovviamente per generalizzazioni e ammetto di aver semplificato il messaggio.
    Mi piace la discussione intelligente (nessun insulto).
    Se ho in qualche modo insultato, non è il mio intento. E’ una provocazione.

    Mi attendo risposte.
    Grazie.

  9. Pingback: La bufala della prova inconfutabile della Piramide del Sole in Bosnia | Mistero Risolto

  10. Certamente nel corso dei millenni i testi sacri, volontariamente o no, hanno subito delle manipolazioni, interpretazioni aggiustate ai vari periodi storici, usi, costumi ecc. ma arrivare a dire che nell’antico testamento si racconta che esseri venuti da altri pianeti hanno manipolato un primate per creare l’uomo mi sembra troppo.
    Ricerche archeologiche incontestabili dimostrano senza ombra di dubbio che l’homo sapiens esisteva molto prima del periodo a cui l’antico testamento si riferisce. Poi questi extraterrestri se ne sono andati senza lasciare tracce della loro mirabolante tecnologia!

    • Non solo l’antico testamento, ma anche testi sumerici e di altre civiltà raccontano storie del genere.
      Uno può definire leggende tutti questi miti cosmogonici, oppure tentare di cavarne qualche informazione, ovviamente molto ipotetica e mediata. In ogni caso l’antico testamento, il Popol Vuh o i poemi indiani, per fare alcuni esempi, hanno tutti la stessa attendibilità, non si possono fare differenze dovute al ruolo “sacrale” che poi questi testi hanno assunto nelle diverse culture.
      L’homo sapiens esisteva da circa 200ooo anni ma l’emergere “improvviso” della civiltà e la comparsa di iante ed animali “domestici” data da pochi millenni.
      Per capire la differenza tra “evoluzione darwiniana spontanea” ed evoluzione “guidata”, anche senza tecniche di ingegneria genetica, basta pensare alla varietà odierna di cani, cavalli, polli ed altri animali “domestici”, comparati alla varietà delle loro controparti “selvatiche”.
      La critica scientifica fondamentale che mi sento di fare alle teorie di Biglino è che la compatibilità genetica tra Elohim extraterrestri e umani mi sembra piuttosto improbabile, anche assumendo alcuni interventi di ingegneria geneticA PER OTTENERE L’hOMO SAPIENS.

      • Gianluca Marletta on

        Non solo, da un punto di vista scientifico, l’ibridazione fra due presunte “umanità” nate in pianeti diversi é a dir poco improbabile (a dir poco!), ma i libri di Biglino non tengono minimamente conto nemmeno di un piccolo particolare: con tutte queste astronavi che scorazzavano sulla preistoria e dintorni come mai non si trova nemmeno un transistor (UNO SOLO) in una tomba megalitica e nemmeno, che ne so, una chiazza di carburante in un sito archeologico (per non parlare, naturalmente, di altri ritrovamenti ancor più eclatanti, ma teoricamente possibili dato il “traffico interstellare” che contraddistingueva i tempi più remoti, come pezzi di astronavi, computer e simili). Non é che per caso (PER CASO dico) quello che i Testi Sacri vogliono descrivere attiene ad un Piano ben diverso della realtà che nulla (NULLA) ha a che vedere con gli “alieni” che si immaginano i moderni?

  11. Ho letto con attenzione l’articolo del Dott. Niccolò Bisconti..
    Credo che il soggetto non meriti alcun commento,l’inutile e gratuita supponenza del suo scritto basta ampiamente a definirlo..
    Piuttosto perchè non va lui a discuterne faccia a faccia col Biglino, così potremmo capire tutti chi dei due sa di cosa sta parlando e chi invece pontifica a vanvera

  12. Non ho letto per intero il tuo intervento ma da quello che ho letto ho potuto notare una persona preparata degna di essere chiamata debunker, io sinceramente in un articolo del mio blog sarei riuscito a dimostrare perfino che questo Biglino potrebbe essere benissimo del movimento raeliano, noi nel giusto andiamo avanti, anche se non sono un monaco, mi verrebbe proprio voglia di dire; “Sia lodato Gesù Cristo” e si risponderebbe fino a Biglino contrario (fino a prova contraria) Sempre sia lodato.

  13. Bravo Valdo quelle di Bisconti sono le solite cazzate cattoliche, Biglino invece ha ragione su tutto, LUI E LUI SOLO che ha avuto il coraggio di dire la verità traducendo letteralmente ciò che è scritto nella bibbia. Le sue sono verità incontestabili e non smentibili DA NESSUNO. E nessuno deve permettersi di contestarlo o criticarlo.

    Quello che dice Biglino non solo è confermato dal grandissimo Sitchin ( che voi e l’ignoranza demenziale degli accademici denigrano ), ma anche da altri autorevolissimi e sinceri ricercatori, quali: kolosimo, von daniken, pauwels – bergiet ed anche David Icke a cui si ricollega in molte cose.
    Tutti questi studiosi messi assieme ci indicano le medesime cose, tenute nascoste per millenni dai traduttori venduti e dagli accademici ignoranti; cioè che tutte le religioni, tutti i miti, tutte le leggende e tutti i testi antichi ci raccontano sempre la stessa cosa: che arrivarono degli esseri alieni dallo spazio e che noi siamo stati creati dagli alieni.
    Il lavoro di biglino è importantissimo perchè fa vedere come anche la bibbia, testo sacro degli infidi cattolici, racconta anch’essa la storia degli alieni ricollegandosi in questo modo alle tesi degli altri studiosi sopra citati; ed invece non racconta non le falsità cattoliche spacciate per secoli dai papi.
    Questa è la nuova verità indiscutibile che tutti dovrete accettare, specialmente voi cattolici, che lo vogliate o no!! La vostra religione miei cari cattolici è già morta, è solo questione di tempo ahahahahah adesso grazie al lavro di biglino non potete neanche più appoggiarvi al vostro testo sacro ahahahahaah presto salterà fuori la nuova verità assoluta fatta coraggiosamente sapere da biglino e da tutti gli altri studiosi; tutti accetteranno il fatto che a crearci non è stato il vostro dio trascendente come scritto nella vostra stupida teologia, ma gli alieni.
    Voi cattolici siete già finiti è solo questione di tempo ahahah, prevedo che presto salteranno fuori molti altri ricercatori indipendenti che confermeranno le tesi di biglino, sitchin e gli altri; e a quel punto la cosa non sarà più arrestabile, voglio proprio vedere come farete, anzi probabilmente anche la chiesa per non perdere tutti i fedeli sarà costretta ad accettare la creazione da parte degli alieni. E voi a quel punto sarete veramente fottuti!!! ahahahahah

  14. E’ inutile che voi cristiani cattolici vi affannate tanto a smentire l’illuminato biglino, ormai nessuno crede più al vostro dio e a vostri merdosi testi sacri, noi gli abbiamo solo dato il colpo di grazia. bav
    Dovrete accettare anche voi che siamo stati creati dagli alieni e non dal vostro dio idiota, che lo vogliate o no dovrete accettarlo; non c’è solo biglino grazie a tantissimi autori come sitchin, bauval, collins, kramer, downing, ecc… la gente crederà sempre più che tutti i miti e tutte le religioni abbiano un’unica matrice aliena e che siano loro i creatori, e voi non potrete farci nulla. E rimarrete soli col vostro dio muahahahahha

  15. L’idiota che scrive che i cattolici si affannano è l’espressione più alta degli imbecilli, che accettano tutto quello che gli viene proposto. Ignorante, lo scrittore più importante del cristianesimo, nel 140 d.C. scrive nella sua apologia I, che anticamente degli esseri chiamati Demoni (tra uomo e divino), scesero sulla terra, violarono le donne, corruppero i bambini, mostrarono orrende visioni agli uomini, questi per paura, li credettero Dei, ed in seguito li raffigurarono come li ricordavano. Costui era Giustino da Nablus, filosofo ellenico, matematico.., quindi detto da lui. Inoltre afferma che anche Socrate lo scoprì, per questo fu condannato a morte. Inoltre nelle trasfigurazione Gesù assume un altro aspetto, non umano, infine quando insegna a pregare dice: Padre Nostro che sei nei cieli, ed anche IO NON SONO DI QUESTO MONDO! Quindi tu cosa hai scoperto che i cristiani non sapevano già? Purtroppo prima di accendere il cervello parlate a sproposito. CRN CeRiNo, CoRNo, CaRNe. Domanda a Biglino qualè il significato di CRN, il tuo maestro ha la certezza della vocale divina!!

  16. Accidenti leggendo gli ultimi commenti, soprattutto gli ultimi 2, traspare in modo chiarissimo che biglino e le sue fantasiose traduzioni non sono affatto un caso isolato ma fanno parte di un’operazione molto più vasta e di carattere anche internazionale, probabilmente coadiuvata dalla massoneria e che va contro il cattolicesimo.
    Si sta cercando di fondare una nuova vera e propria religione, di stampo neognostico, mondialista( riunisce tutti i miti, tutte le religioni e tutti i misteri del nostro passato sotto questa stupida bandiera ) e quindi funzionale a certe elite di potere.
    D’altronde ho curiosato un po’ in giro ed ho notato che l’operazione non è nuova, fin dagli anni ’60 incominciarono ad uscire libri per il grande pubblico del medesimo stampo del tipo ” gli alieni nella bibbia “.
    Forse allora i tempi non erano ancora maturi o forse quei libri servivano a preparare il terreno per adesso, dato che ho notato grande ricezione e credulità del pubblico per esempio che va alle conferenze di biglino.
    Molti stanno diventando dei veri e propri fanatici, pronti subito ad aggredirti se muovi obiezioni e non credi alla loro nuova mitica religione.
    Marletta lei che ne pensa? Sarebbe interessante sapere la sua opinione ma soprattutto far girare in giro la voce il più possibile su questo nuovo fenomeno perchè sta assumendo contorni davvero preoccupanti.

  17. Mi chiedo come sia riuscito il professor Bisconti a mettere insieme un castello di balle astronomiche di tale grandezza e soprattutto mi chiedo se l’abbia letta la Bibbia o se mantiene solamente qualche nozione del catchismo di quand era bambino.
    Cominciamo con l’esaminare le affermazioni di questo personaggio:

    1.Dice di non aver bisogno di confutare direttamente le tesi di Biglino perchè c’è già chi l’ha fatto prima di lui,è evidente che ha una preparazione sul tema uguale a quella del mio parroco di paese(con tutto il rispetto del parroco)
    2.Egli afferma che Biglino non cita mai nome e cognome dei filologi ebrei che supportano le sue tesi.
    Basta visionare solo 20 min. delle decine di conferenze sul web per prendere nomi e cognomi di tali studiosi.(grazie a Dio non è un avvocato)
    3.Afferma che la Bibbia non può essere tradotta solo letteralmente ma che ha bisogno di un’interpretazione: e chi la stabilisce la categoria interpretativa? Gli studiosi condizionati dal pensiero religioso? Perchè non si applicano categorie interpretative a tutte le fonti scritte della storia? Così ognuno ci vede scritto quel che vuole? E soprattutto chi e su quali basi decide qual’è il testo da interpretare e quale no?
    è evidente che il Sig. Biglino propone la traduzione letterale perchè è quella più intuitiva e più lineare così da mantenere il dato il più oggettivo possibile,è sull’ignoranza che si costruiscono le interpretazioni religiose che se esaminate attentamente non hanno alcun fondamento.
    4.Il Sig. Bisconti di certo non ha letto la Bibbia,dunque oltre a non avere competenze per screditare o accreditare,dovrebbe accorgersi del fatto che in più passi dell’ Antico Testamento viene riportata l’esistenza di altri Dei al pari di Jahvè(es. Kamosh,Baal Peor,Milcom),dunque Elohim non è nessun plurale d’astrazione.
    5.è facile prendere degli aggettivi a caso dalla Bibbia senza sapere il contesto per affermare il fatto che Jahvè era un dio trascendente,ecco un esempio molto più chiaro,Genesi 32 24-29:
    ” Giacobbe rimase solo, e un uomo lottò con lui fino all’apparir dell’alba. 25 E quando quest’uomo vide che non lo poteva vincere, gli toccò la commessura dell’anca; e la commessura dell’anca di Giacobbe fu slogata, mentre quello lottava con lui. 26 E l’uomo disse: “Lasciami andare, ché spunta l’alba”. E Giacobbe: “Non ti lascerò andare prima che tu m’abbia benedetto!” 27 E l’altro gli disse: Qual è il tuo nome?” Ed egli rispose: “Giacobbe”. 28 E quello disse: “Il tuo nome non sarà più Giacobbe, ma Israele, poiché tu hai lottato con Dio e con gli uomini, ed hai vinto”.

    è evidente che Giacobbe non lottò con un Dio trascendente,anche i bambini lo capirebbero,ma vabbè
    potrei continuare all’infinito,ma non vale la pene,è evidente che lo scopo del Sig. Bisconti è quello di smentire a priori le tesi di Biglino senza esaminare le validità delle sue affermazioni.

  18. Mi chiedo come sia riuscito il professor Bisconti a mettere insieme un castello di balle astronomiche di tale grandezza e soprattutto mi chiedo se l’abbia letta la Bibbia o se mantiene solamente qualche nozione del catchismo di quand era bambino.
    Cominciamo con l’esaminare le affermazioni di questo personaggio:

    1.Dice di non aver bisogno di confutare direttamente le tesi di Biglino perchè c’è già chi l’ha fatto prima di lui,è evidente che ha una preparazione sul tema uguale a quella del mio parroco di paese(con tutto il rispetto del parroco)
    2.Egli afferma che Biglino non cita mai nome e cognome dei filologi ebrei che supportano le sue tesi.
    Basta visionare solo 20 min. delle decine di conferenze sul web per prendere nomi e cognomi di tali studiosi.(grazie a Dio non è un avvocato)
    3.Afferma che la Bibbia non può essere tradotta solo letteralmente ma che ha bisogno di un’interpretazione: e chi la stabilisce la categoria interpretativa? Gli studiosi condizionati dal pensiero religioso? Perchè non si applicano categorie interpretative a tutte le fonti scritte della storia? Così ognuno ci vede scritto quel che vuole? E soprattutto chi e su quali basi decide qual’è il testo da interpretare e quale no?
    è evidente che il Sig. Biglino propone la traduzione letterale perchè è quella più intuitiva e più lineare così da mantenere il dato il più oggettivo possibile,è sull’ignoranza che si costruiscono le interpretazioni religiose che se esaminate attentamente non hanno alcun fondamento.
    4.Il Sig. Bisconti di certo non ha letto la Bibbia,dunque oltre a non avere competenze per screditare o accreditare,dovrebbe accorgersi del fatto che in più passi dell’ Antico Testamento viene riportata l’esistenza di altri Dei al pari di Jahvè(es. Kamosh,Baal Peor,Milcom),dunque Elohim non è nessun plurale d’astrazione.
    5.è facile prendere degli aggettivi a caso dalla Bibbia senza sapere il contesto per affermare il fatto che Jahvè era un dio trascendente,ecco un esempio molto più chiaro,Genesi 32 24-29:
    ” Giacobbe rimase solo, e un uomo lottò con lui fino all’apparir dell’alba. 25 E quando quest’uomo vide che non lo poteva vincere, gli toccò la commessura dell’anca; e la commessura dell’anca di Giacobbe fu slogata, mentre quello lottava con lui. 26 E l’uomo disse: “Lasciami andare, ché spunta l’alba”. E Giacobbe: “Non ti lascerò andare prima che tu m’abbia benedetto!” 27 E l’altro gli disse: Qual è il tuo nome?” Ed egli rispose: “Giacobbe”. 28 E quello disse: “Il tuo nome non sarà più Giacobbe, ma Israele, poiché tu hai lottato con Dio e con gli uomini, ed hai vinto”.

    è evidente che Giacobbe non lottò con un Dio trascendente,anche i bambini lo capirebbero,ma vabbè
    potrei continuare all’infinito,ma non vale la pene,è evidente che lo scopo del Sig. Bisconti è quello di smentire a priori le tesi di Biglino senza esaminare le validità delle sue affermazioni.

  19. Egregio professore, le dico subito che non sono un esperto in materia di archeologia o bibbia.
    Ho visto su you tube alcuni video di biglino e mi rendo conto che sono molto difficili da accettare; almeno questo e’ il mio atteggiamento.
    Per farla breve nel suo articolo si vede chiaramente che lei non ha dubbi su ciò che dice biglino; per lei sbaglia. Ho letto in rete tante critiche a biglino, ma spesso viene detto che lui sbaglia e altri hanno ragione, così molto semplicemente senza entrare nel merito della questione. Mi permetta di non essere d’accordo con lei quando dice;” aver avuto il sostenimento di
    alcune delle sue ipotesi da parte di filologi ebrei
    (di cui si ignora l’identità però, visto che non
    riporta mai nome e cognome).”, non mi risulta esatto in quanto in tutti i video da me visionari, biglino cita sempre nome e cognome ed università del commento che legge.
    Cordiali saluti.

  20. Nato 87 anni fa da un maestro vetraio a Burano nella laguna veneta, Enzo da oltre quarant’anni continua nel silenzio l’eterodosso studio a cui ha dedicato la vita, applicando l’antico metodo esegetico del midrash (ricercare) alla lettura delle Scritture. Con risultati così spiazzanti che nel lontano 1970 fu interdetto dall’insegnamento dal patriarca di Venezia Luciani. Il futuro papa gli strappò di mano il microfono durante una lezione in cui Enzo spiegava che, secondo l’Apocalisse, la piena realizzazione in tutti dell’Elohim, che è proprio di ciascun popolo, avrebbe segnato la fine della Chiesa e del sacerdozio.Se abbiamo compreso bene, nei testi sapienziali ogni popolo della Mezzaluna fertile ha il proprio Elohim: parola che non significa Theos, l’assoluto. L’Elohim soffia nell’uomo-Adamo (adamah è la terra rossa delle piene del Nilo) non lo spirito, ma l’anelito vitale che lo spinge a un grado di realizzazione sempre maggiore. Nell’Antico Testamento insomma non esiste un Dio unico e assoluto. “Questo – sostiene Enzo – accade in una fase successiva. Quando finisce col prevalere la maschera, ossia una lettura deviata della Bibbia, favolistica, irreale”.Osserviamo che ancora una volta lo studio dell’origine e del suono delle parole, liberandole da risemantizzazioni di significati a volte anche opposti a quelli con cui sono nate, giunge a esiti sorprendenti quando si cimenta con il lessico che dà un nome alle dinamiche invisibili, agli affetti e alle immagini senza parola della sfera più intima della realtà umana.
    Così, secondo Enzo, creazione non significa creare dal nulla, come potrebbe fare un Dio. Creare è pensare un uomo nuovo, che cerca di educare, di sviluppare il proprio adamah: “Ci siamo abituati a leggere la Genesi come la storia di un dio che in sei giorni crea l’universo. Ma quando il popolo ebraico nasce, quell’universo c’è già e quel popolo non ha assolutamente intenzione di rifondare l’universo”.Come non esiste creazione, non esiste il peccato originale, interpretazione tarda, avanzata da Agostino nel IV secolo d.C.. In ebraico la parola ‘peccato’ significa omissione di fare qualcosa di buono più che offesa a Dio. Scoperte eterodosse, mettono in crisi l’interpretazione ufficiale della Bibbia, con tutte le superfetazioni ermeneutiche su cui si regge la dottrina della Chiesa.

    • Il re di Assiria mandò la gente ad abitare nella regione di Samaria al posto degli israeliti. Nei primi tempi del loro insediamento non onoravano YHWH ed egli mando contro di loro i leoni che uccisero molta gente.Fu riferito al re di Assiria :” le popolazioni che tu hai deportato e hai mandato ad abitare nelle città della regione di Samaria, non conoscono la religione del dio(ELOHIM) locale”. Il re di Assiria ordinò che uno dei sacerdoti deportati da quella zona tornasse là per insegnare la legge del dio(Elohim) di quel territorio. -La nota della bibbia(LDC) su dio locale riporta:si pensava allora che ogni territorio avesse un suo elohim. Più chiaro di così, YHWH era un Elohim locale e ogni popolo aveva il suo che dettava le proprie leggi. Nella bibbia(LDC) è scritto che nel segnare i confini delle nazioni, l’Altissimo(Elyon) diede a ogni nazione un dio(ELOHIM) protettore! La nota spiega che secondo questa concezione ogni popolo aveva il sue essere celeste dio o angelo, cioè un Elohim o Malachim locali. Alla faccia del dio unico!!!

  21. Bisconti datti all’ ippica, che come
    confutatore fai andare di corpo e sono stato anche troppo gentile con una nullità.

  22. Attenti, Salvatore e Manson sono la stessa persona, un frustrato anticristiano, fallito e disperato, che cerca solo di provocare. Non odiatelo, ha problemi serissimi a livello mentale e non solo…

  23. Egregio professore, le dico subito che non sono un esperto in materia di archeologia o bibbia.
    Ho visto su you tube alcuni video di biglino e mi rendo conto che sono molto difficili da accettare; almeno questo e’ il mio atteggiamento.
    Per farla breve nel suo articolo si vede chiaramente che lei non ha dubbi su ciò che dice biglino; per lei sbaglia. Ho letto in rete tante critiche a biglino, ma spesso viene detto che lui sbaglia e altri hanno ragione, così molto semplicemente senza entrare nel merito della questione. Mi permetta di non essere d’accordo con lei quando dice;” aver avuto il sostenimento di
    alcune delle sue ipotesi da parte di filologi ebrei
    (di cui si ignora l’identità però, visto che non
    riporta mai nome e cognome).”, non mi risulta esatto in quanto in tutti i video da me visionari, biglino cita sempre nome e cognome ed università del commento che legge.
    Cordiali saluti.
    Giordano

  24. ESEMPIO DI SETTIMA FETTA!
    In Genesi, nei capitoli 27 e 31 (che suggerisco di leggere) si narra del rapporto conflittuale tra Giacobbe e Labano, zio e poi suocero dello stesso Giacobbe.
    I due pongono termine alle loro diatribe con un giuramento a garanzia del quale chiamano l’elohim di Abramo e l’elohim di Nachor che giudicheranno sul rispetto del patto (Genesi 31,53).
    Secondo le dottrine spiritualiste noi dobbiamo credere che il Dio unico è quello Abramo mentre tutti i rimanenti elohim non sono altro che idoli di pietra.
    Se le cose stessero così dovremmo dire che Giacobbe e Labano chiamano come giudici e garanti “Dio (quello vero) e un mucchietto di pietre”, IL CHE è UN ASSURDITA’,MA PER LA DOTTRINA LE ASSURDITA’ SONO PANE QUOTIDIANO!

  25. ESEMPIO DI SETTIMA FETTA 2 !
    La questione della pluralità degli Elohim torna di tanto in tanto di attualità e consente curiose analisi bibliche.
    I fedeli che seguono un noto Professore sostengono che Biglino non ha capito che quando Elohim (vocabolo plurale) è seguito da un verbo al singolare indica il “Dio vero”, quando invece è seguito dal verbo al plurale indica gli “dèi” pagani, cioè gli idoli di pietra.
    Vediamo…
    In Genesi 20,13 Abramo dice (traduzione delle bibbie che abbiamo in casa): “ Ora avvenne che quando Dio mi fece errare lontano dalla casa di mio padre…”.
    Il che fa pensare che a chiamare Abramo sia stato Dio.
    In ebraico il versetto recita “E fu, come che fecero vagare me Elohim da casa di padre mio…”
    Il verbo è al plurale!
    Il che vuole dire – secondo le affermazioni di quel Professore e dei suoi fedeli – che la cosiddetta “vocazione di Abramo” non è avvenuta ad opera di Dio ma ad opera degli idoli di pietra: la storia della salvezza avrebbe avuto inizio quindi con gli dèi pagani e non con il Dio vero.
    P.S. Stessa situazione si ha con Giacobbe in Gen 35,7… anche lì scopriamo che a “farsi vedere, mostrarsi” non sarebbe stato Dio ma gli idoli di pietra.
    Non faccio poi commenti sulla “deliberata falsità” di quelle traduzioni.

  26. Trovo le conferenze del sig. Biglino molto interessanti al contrario di questo articolo.
    Perchè?: le conferenze di Biglino sono ricche d’informazione che ci possono ricondurre ad una ricerca personale, quando lo ascolto non mi sento preso in giro o trattato da incapace di eseguire miei propri ragionamenti. Invece trovo in articoli come questi che non contribuiscono ad arricchire le mie ricerche, ma al contrario, sembra che si vuole imporre qualcosa del tipo !se cercate la verità siete dei scemi, fate che credere a quello che diciamo noi che è già una verità assoluta (sempre detta da voi!)” cioè “non cercate oltre quello che vi dico io che è vero perchè sarà sicuramente falso”. Per fortuna la storia ci insegna che non è cosi. Poi sarebbe ora di smettere di giudicare uno studioso perché non “riconosciuto dalla associazione xyz” o “laureato alla università di xyz”, tanti mega laureati non hanno dato nessun contributo alla umanità e al contrario. Non difendo Biglino o quelli come lui, difendo il diritto di poter essere noi a giudicare sulla base di quello che leggiamo e studiamo e non perché qualcuno mi deva dire di credere o non credere.

    • Gianluca Marletta on

      La mia opinione sulle “ipotesi” di Biglino le ho espresse innumerevoli volte. Sull’ipotesi “extraterrestre” ho anche pubblicato un saggio.
      Consiglierei semplicemente quelli che “vogliono fare una ricerca personale” ad informarsi davvero: e questo richiede, specie se si parla di Scritture sacre tradizionali come la Bibbia, approfondimenti metafisici, filosofici, e anche …apertura di Cuore.
      In mancanza di questo, il rischio é davvero quello di essere “presi in giro”: magari proprio da chi, molto astutamente, affermano di volervi “liberare”.

      • Senti,tu spari solo CAZZATE DA UNO CHE HA BISOGNO DEL SUO DIO X VIVERE, FAI SOLO PENA PAGLIACCIO!!!!!!BIGLINO E” PURA VERITA’ e tu non Thai Il fegato x accerttale!!!
        Questa e’ la realta’ dei fatti,LA VERITA’ vi fa cagare sotto.

  27. Disertare e cercare di mettere alla berlina Mauro Biglino è facile, tanto più che i suoi trascorsi (mi riferisco alla ex appartenenza alla massoneria) si prestano ed è normale che i pareri possano essere i più diversi. Però, oltre alle considerazioni soggettive su ciò che sostiene M. Biglino, sarebbe interessante che l’esimio dr. Bisconti, ci illuminasse sui contenuti (possibilmente senza divagazioni esoteriche fantasiose) del pentateuco e altri libri correlati.
    Di episodi “illuminanti” ce ne sono a josa, ma prima delle domande, vorrei avesse la bontà di leggere (da ciò e come scrive, ne ho ricavato l’idea che non ne abbia avuto ancora occasione) e commentare:

    Libro di Giosuè dal cap. 6.18 al cap. 7.26;
    Deuteronomio, cap. 24.16;
    Esodo, 22.28;
    Ezechiele, 20:24;
    Giudici cap. 11, versi 29-30-31-34-35-36-37-39.

    Domande:
    Come conciliare tutto questo con l’evidente (marchiana, mi pare) contraddizione di un Dio onnipotente, clemente, amorevole e caritatevole verso le sue creature?
    Dobbiamo credere a ciò che leggiamo o la verità deve passare attraverso intermediari ispirati da luce divina?

    Per concludere, d’accordo che nessuno è in grado di comprendere la volontà di Dio, ma come non rabbrividire a leggere che incitava il (suo) popolo a uccidere, non solo i nemici sul campo di battaglia, ma, dopo, sterminare anche donne, bambini e anziani?
    – Ved. Giosuè 10:40, ma si può leggere in vari libri e anche in diversi capitoli dello stesso libro –
    Con i migliori saluti

  28. Antinea L'Enigmista on

    Poi il Signore
    apparve a lui alle Querce di Mamre, mentre egli sedeva all’ingresso della
    tenda nell’ora più calda del giorno.
    2
    Egli alzò gli occhi e vide che tre uomini stavano in piedi
    presso di lui. Appena li vide, corse loro incontro dall’ingresso della tenda e si pr
    ostrò fino a
    terra,
    3
    dicendo: «Mio signore, se ho trovato grazia ai tuoi occhi, non passar oltre senza
    fermarti dal tuo servo.
    4
    Si vada a prendere un po’ di acqua, lavatevi i piedi e accomodatevi
    sotto l’albero.
    5
    Permettete che vada a prendere un boccon
    e di pane e rinfrancatevi il cuore;
    dopo, potrete proseguire, perché è ben per questo che voi siete passati dal vostro servo».
    Quelli dissero: «Fa’ pure come hai detto».
    6
    Allora Abramo andò in fretta nella tenda, da
    Sara, e disse: «Presto, tre staia di fi
    or di farina, impastala e fanne focacce».
    7
    All’armento
    corse lui stesso, Abramo, prese un vitello tenero e buono e lo diede al servo, che si affrettò
    a prepararlo.
    8
    Prese
    panna e latte
    fresco insieme con il vitello, che aveva preparato, e li
    porse a loro
    SAPPIAMO BENE CON CHI EBBE A CHE FARE ABRAMO. PUO’ UN ESSERE “SPIRITUALE” MANGIARE E BERE? ALLORA ERA O NON ERA IN CARNE E OSSA, USAVA QUALCHE POTERE PARTICOLARE SE NON LO ERA?

    • Gianluca Marletta on

      Se si vuole ammettere che fossero esseri angelici, é evidente che tali entità hanno il potere di assumere anche le caratteristiche degli Stati dell’Essere ad essi inferiori (e quindi, anche di quello “umano” nella sua modalità terrena). Il speriore, infatti, comprende anche le possibilità dell’inferiore e può manifestarle qual’ora sia necessario.

  29. Egr. Prof. Nicolò Bisconti,
    quando ho letto la prima volta la Bibbia negli anni 60 sono stato letteralmente traumatizzato già dai primi versetti della Genesi. Tutto quello che è scritto nella versione italiana, se letto con “umiltà”, ci fa capire che il Dio ivi descritto non è proprio uno stinco di santo…Inoltre i riferimenti a Elia ed Ezechiele dimostrano l’esistenza di esseri dotati di tecnologie modernissime. Non voglio asserire che si tratti di alieni, perché potrebbero essere terrestri stessi provenienti da una civiltà avanzata precedente al diluvio. Se pensiamo che i nostri progressi attuali vengono solo da poco meno di 500 anni di storia, si può pensare che in un’epoca remota, anche 200000 anni fa, si sia potuta sviluppare una civiltà superiore alla nostra.
    Tra l’altro, se Lei è credente, Le suggerisco di andarsi a leggere il libro di Don Guido Bortoluzzi che può trovare su http://www.genesibiblica.eu, che le aprirà gli occhi sulla comparsa dell’uomo sulla terra…
    Comunque Le suggerisco di mostrare un po’ di umiltà professionale perché sono moltissimi i misteri archeologici che non siete riusciti a spiegare o che travisate completamente, che elenco brevemente:

    Età della Sfinge di Giza
    Scoperta di Gobleki Tepe
    Olmechi ( negroidi in centro America !!)
    Masso di Cuzco con 12 angoli
    Carte nautiche di Piri Reis
    ecc. ecc.

    Da buon ingegnere(ho anche fatto ricerca per molti anni) ho imparato che non si possono escludere a priori le ipotesi che cercano di spiegare i fatti, ma vanno verificate. Quelle che rimangono devono spiegare tutto e non lasciare adito a dubbi o incertezze.

    Non è poi vero che la Bibbia non è un libro storico, moltissime testimonianze storico-geografiche sono state accertate, che ancora nell’ottocento erano considerate fantasie.

    Ultima chicca, per Lei che è archeologo, il primo uomo apparso sulla terra era perfetto, quella che gli antropologi considerano evoluzione, è solo una involuzione e degenerazione di questo essere.

    Grazie per l’attenzione.
    Gianfranco.

    • Gianluca Marletta on

      Sono assolutamente d’accordo con quello che ha scritto. E di “enigmi” archeologici se ne potrebbero aggiungere molti. Al contrario, non credo proprio che in tutto questo c’entrino qualcosa i cosiddetti “alieni”. Tutte le Tradizioni, al contrario, parlano chiaramente di civiltà precedenti alla nostra dotate di conoscenze e “poteri” che poi sono andate perdute (non “tecnologie” nel senso moderno del termine, ma conoscenze della realtà, sia quella fisica che “sottile”).
      Quello che lei giustamente ci sta ricordando, può apparire sorprendente agli occhi di un “evoluzionista” o di un darwinista, non certo agli occhi di chi conosce la Tradizione.

      • Grazie per la risposta.

        La teoria delle conoscenze o poteri perduti mi lascia un po’ perplesso, forse per il fatto che attualmente siamo troppo abituati ad usare mezzi sofisticati ed a pensare che sia l’unica soluzione per migliorare il sistema di vita.
        Tuttavia sono stato testimone di situazioni apparentemente inspiegabili delle facoltà umane.

        Nel 1946 avevo uno zio che non dava più notizie di sé da alcuni anni, perché era militare a Rodi e del suo reggimento non si sapeva più nulla. Una cartomante, consultata dai miei genitori, ero presente anch’io, in un paese lontano più di cento chilometri dalla nostra residenza e senza telefono, leggendo le carte ci disse: quando tornerete a casa lo troverete. Effettivamente qualche giorno dopo ritornammo a casa e lo trovammo. Mia madre che si interessava di cartomanzia mi disse che anche lei aveva letto lo stesso responso nella disposizione delle carte. Mi potrà dire che c’era il 50% di probabilità di azzeccare, ma in realtà la probabilità che uscissero quelle figure, in quella sequenza è molto, ma molto più bassa.
        Per inciso quella signora era stata sfollata ad Avellino, durante la prima guerra mondiale e lì aveva continuato ad esercitare la cartomanzia: il parroco della zona in cui risiedeva testimoniò che effettivamente i responsi della signora erano veramente sorprendenti. Di fatti analoghi poi ne ho visti molte altre volte.

        Ho anche sperimentato la pranoterapia con l’imposizione delle mani. Soffrivo di dolori lancinanti dovuti ad una infiammazione nervosa. Già dalla prima seduta il dolore spariva istantaneamente appena imposte le mani nella zona incriminata. Il pranoterapeuta mi disse che aveva scoperto questa sua facoltà per caso, avvicinando le mani al ventre di suo padre che soffriva per un tumore.

        Mi rimane invece più difficile immaginare come si può spostare e/o tagliare un blocco di pietra di parecchie tonnellate…posso pensare che facendo vibrare un blocco appoggiato su una superficie si possa spostarlo senza sforzo: ma ci vuole un generatore sintonizzato sulla frequenza di risonanza acustica del blocco e che le superfici di contatto siano lucide e dure, cosa che si può creare in laboratorio, ma non all’esterno in un cantiere.
        Effettivamente alla risonanza non servirebbe molta energia e quindi potrebbe bastare anche un semplice strumento a fiato che produca la frequenza giusta.

        Come vede sono ridisceso sul tecnologico…tuttavia ammetto altre possibilità non tecnologiche.

        Per inciso, se non l’ha fatto, Le consiglio di leggere le rivelazioni di Don Guido Bortoluzzi ( in cui la creazione dell’uomo avviene addirittura 50 milioni di anni fa ). Don Guido aveva frequentato il Seminario di Belluno con il futuro Papa Luciani ed avevano avuto, alla presenza di tutta la scolaresca, la predizione che uno sarebbe arrivato al massimo della carriera ecclesiastica e l’altro avrebbe avuto la rivelazione della creazione dell’uomo, del peccato originale e in che cosa consiste il segno di Caino. Non aggiungo altro, perché bisogna leggerlo.

        Grazie ancora per l’attenzione.
        Gianfranco.

  30. francesco Destito on

    In “genesi biblica” di don Guido Bortoluzzi c’è la risposta ai molti quesiti,ma una sola vale l’intera bibbia.La nascita di Ad-ham e della prima donna,vera,non subumana.Non ricordo la pagina, ma Dio, rivolto al prete”Chiudi quel libro,ciò che sto per rivelarti li non c’è scritto.

  31. Caludio Lazzarini on

    Mk sembrano più forzate queste considerazioni di quelle di Biglino: Biglino dice chiaramente che nella Bibbia non si parla di alieni, non fa una traduzione, ma una lettura letterale della Bibbia tradotta da altri. La fisicità di Yahweh è evidente e mi era evidente prima che lo dicesse Biglino, visto che su questo ci litigai con un prete che ero un ragazzo e sono più vecchio di Biglino, il quale dice chiaramente che: “Se è una balla io vi racconto quella balla lì.”
    Ed infatti leggendo la Bibbia che abbiamo a casa se ne traggino quelle deduzioni.
    Il fatto degli “alieni” è presentato come una ipotesi, peraltro nemmeno troppo fantasiosa, ma sempre ipotesi, ricavsta da testi e traduzioni non sue (Sitchin).
    Gli ignoranti cui si rivolge Biglino, sono gli stessi ignoranti cui vi rivolgete voi e non venitemi a dire che la Bibbia non è stata ampiamente rimaneggiata perché mentireste.
    In pratica vi arrampicate sugli specchi, perché le vostre considerazioni (leggetevele e poi andate ad una conferenza di Biglino) sono assolutamente inconsistenti.

  32. Caludio Lazzarini on

    P.S. il Santo Uffizio costrinse Galilei ad abiurare…. Erano i sapienti loro… Galilei non capiva un tubo… poi si è visto come è finita… purtroppo molto poi.

    • La rivelazione di don Guido ovviamente può andar bene a chi ha fede in lui ( e, quando si parla di fede, non c’è argomento che si possa usare per confutare). Tornando invece alla Bibbia che abbiamo in casa, non vi è dubbio che Yahweh ed i suoi messaggeri sono descritti come entità fisiche e concrete che non si comportano come esseri spirituali perfetti, ma come esseri umani della peggiore specie ( almeno in molti casi). Secondo me dovrebbe essere necessario cercare di trovare le prove dell’esistenza di questi personaggi perché i riferimenti ad essi, in tutte le antiche civiltà, sono ormai più che evidenti. Non si può far passare tutto per mito o favole perché viene da molto lontano, anche per un semplice motivo: una civiltà che ha costruito opere complesse e imponenti non può essere ingenua e sempliciotta ed accontentarsi di favolette per spaventare i bambini.

  33. Per Nicolò Bisconti, lei non è l’unico che sta nelle Università, anche le traduzioni di Mauro Biglino sono nelle facoltà di teologia e nelle biblioteche delle più importanti università del mondo in cui ci si occupa di bibbia; l’Università l’Orientale di Napoli ha indicato per alcuni anni come testo di riferimento per i Corsi di “Lingua e letteratura ebraica biblica e medievale” il volume “Le 5 meghillot” con le traduzione di Biglino,

  34. caro dottor che non si è capito in che cosa, ne abbiamo le scatole piene delle str…..te che dice la chiesa, Biglino o non Biglino ci porti questo Dio e ce lo faccia conoscere e poi vediamo se credere nelle vostre tesi fantascientifiche grazie…..criticare gli altri è facile, il medioevo è finito.

  35. Pingback: “In principio furono gli alieni!?”. Mauro Biglino: scienza o mistificazione? | Informare per Resistere

  36. La ringrazio vivamente delle informazioni chiare , semplici , comprensibili anche a chi non è laureato in materia. Erano proprio ciò che cercavo per aiutare un mio amico risucchiato in questo vortice di falsità. Buon lavoro!

  37. Mi davano dei grattacapi, son sincero, le critiche a biglino. Leggo tutte ste argomentazioni che nn reggono ma mi vien da pensare “sarò io che nn capisco l’ ebraico!”

    Poi leggo tra i commenti “gli stati dell’ essere”

    Dove uno spirito si abbassa allo stato solido per mangiare?

    Oh mio Dio! Che ridere! E poi dite che biglino scrive fesserie?

    Cioè si vuole confutare biglino con delle stupidate che neanche un bambino delle elementari prenderebbe per vere?

    Ok le critiche a biglino non mi danno più grattatacapi

    La cosa che mi incuriosisce è che uno si definisce dott prof universitario e poi viene fuori con stupidate come gli stati dell’ essere?

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

    MA TROVATEVI UN LAVORO VERO INVECE CHE BLATERARE DI MINCHIATE

  38. Il tema è molto interessante ed è chiaro che biglino con i suoi lavori sta creando molti problemi. Per capire biglino, sitchin, adam kadmon.ecc.. bisogna conoscere il blu beam project!
    A mio modesto avviso Tutte queste “rivelazioni” rientrano in questo piano volto tramite “clamorose.scoperte” a distruggere le attuali religioni e spingere verso una sola!!!

  39. Pietro Rantica on

    Dio è Immutabile, Onnipotente, Onnipresente, eccetera….Questo è scritto nel Sacri Libro. La Bibbia di Gerusalemme, nelle note, evidenzia che, ad esempio, la traduzione “onnipotente” non è corretta, ma sarebbe preferibile rendere con ” Dio della steppa. Che dire? Ci spieghi, dottor Niccolò Bisconti, i massacri, le nefandezze,le schifezze di ogni genere che questo Dio compie e fa compiere agli Israeliti. Sterminio totale di popoli (parenti stretti dei discendenti di Abramo)che ricorda “qualcuno” a noi molto vicino nel tempo. Personalmente non sono d’accordo con gli alieni di Biglino, e trovo coerenti alcune critiche che Lei espone. Grazie.

  40. Michele Salcito on

    Purtroppo Biglino ha ragione anche se le cose che dice erano già state proposte da altri ricercatori alcuni decenni fa, anche senza andare ad interpretare la Bibbia dei masoreti. Lo stesso Gesù si accorse di quello che celava la Bibbia e volle prenderne le distanze. Poi, però, alcuni autori e padri della Chiesa scelsero una strada diversa da quella di Gesù per non rischiare di far crocifiggere anche la Chiesa. Questa si salvò. E’ giunta al XX secolo di vita ma ora comincia a non essere più compresa perché è rimasta ad un linguaggio retrogrado. Se il cristianesimo non si libera di certi fardelli del passato rischia di lasciare ereditare le sue chiese ad altri che ne faranno moschee, quando non le butteranno giù. Il terremoto “Biglino” dovrebbe svegliare coloro che vogliono bene alla Chiesa di Cristo ed invogliarli a rivedere il Nuovo Testamento dal quale ripartire lasciando che l’archeologia religiosa seppellisca i suo ruderi ormai inutili.

  41. Nicolò Bisconti non gode del trattamento di ‘dottore’ visto che ha conseguito solo una piccola laurea triennale (questo signore a casa mia lo chiamerebbero’coglione’). E si dichiara pure esperto biblista! Ah, l’ università italiana…se continua a sfornare questi ‘geni’ (e ‘dottori’) non lamentiamoci se poi il nostro paese è alla deriva

  42. “In principio furono gli alieni?”. Mauro Biglino: scienza o mistificazione?

    LA SECONDA CHE HAI DETTO

    E’ scritto:“Verranno FALSI Cristi e FALSI profeti.. i quali faranno grandi [segni] (propaganda) [miracolosi] (globali) per cercare di INGANNARE, se fosse possibile, ANCHE QUELLI CHE DIO HA SCELTO… IO VI HO AVVISATI..!!“ – (Matt. 24:24)

    Leggi altro: PROPAGANDA PER L’AVVENTO GLOBALE DI JE-Z[D]EUS IL SALVATORE DEL MONDO – VERA ASSEMBLEA DISCEPOLI DI YAHUSHUA

    http://www.assembleadiyahushua.it/lavvento-di-je-zdeus/#ixzz4mRS9KVIu

Leave A Reply