// archives

scienza

This tag is associated with 12 posts

Sabato 10: presentazione a Roma del libro “IL FATTORE OZ”

                  Roma, 10 novembre 2012, ore 18.00, presso la libreria caffé-letterario “Aquisgrana”, via Ariosto 28 (zona San Giovanni – fermata Metro Manzoni). “Alieni, sciamanesimo, demonologia, stati alterati di coscienza: UN’IPOTESI RIVOLUZIONARIA”.

La nuova ipotesi ufficiale? C’hanno creato gli “alieni”! Lo dice anche Hollywood…

Darwin ha fallito: ma in compenso, l’ultima frontiera dell’ateismo guarda agli “omini verdi”. Non c’ha creato nessun Dio, ma siamo il frutto di una “modificazione genetica” indotta sugli scimmioni. E anche Hollywood si allinea… Ecco a voi Prometheus!

Roma, sabato 19 – presentazione de “IL FATTORE OZ”: un saggio unico e imperdibile

Sabato 19 Maggio ore 18.00, presso la Libreria-Caffetteria “Vradia”, in via Bellegra, 34, Roma (traversa di via Prenestina, zona Centocelle), presentazione del libro “IL FATTORE OZ. Alieni, sciamanesimo e multidimensionalità”, con l’autrice Enrica Perucchietti. Prima opera in Italia a trattare in modo completo il fenomeno dei cosiddetti rapimenti “alieni” in chiave paranormale, demonologica e parafisica.

“Ci vogliono 50 fulmini per creare la Sindone!”. Lo scienziato Giulio Fanti espone i risultati dei suoi esperimenti

L’ennesima conferma dello straordinario Mistero nascosto nell’immagine del Lino conservato a Torino.

Ota Benga: un martire del Darwinismo. Storia del pigmeo che finì nello zoo del Bronx per essere mostrato come “anello mancante”

Un secolo fa, i darwinisti cercavano ancora il mitico “anello mancante”. Non contenti di aver esibito veri e propri falsi (come nel caso dell’Uomo di Piltdown, che era in realtà un montaggio tra la calotta cranica di un australiano e la mandibola di un orango fossilizzata artificialmente, ma che fu messo in mostra al British Museum per 40 anni…), ci furono anche persone “vive” che ne furono vittime. Il caso più atroce é quello di Ota Benga: una delle tante storie che i libri di scuola non raccontano…

La Sindone di Torino é davvero un mistero: lo confermano gli scienziati dell’ENEA!

E’ la conclusione definitiva a cui sono giunti gli esperti dell’ENEA di Frascati dopo 5 anni di studi: l’immagine presente sul famoso lino conservato a Torino é “scientificamente inspiegabile” nelle sue modalità di formazione. Solo con l’ausilio della tecnologia Laser UV, gli studiosi sono riusciti a realizzare un effetto simile all’impronta presente sulla Sindone. L’ipotesi del presunto “falsario medievale” é dunque assolutamente inconsistente!

Da dove “deriva” l’Homo Sapiens? Nessuno lo sà! La faccenda si fa …imbarazzante

Il darwinismo sempre più “alla canna del gas” per ammissione dei suoi stessi partigiani… E l’origine della nostra specie (e forse pure delle altre) é un mistero sempre più insolubile!

I silenzi del Darwinismo! Richard Dawkins tace di fronte alla domanda fondamentale della biologia evoluzionista…

    Che il darwinismo stesse “alla frutta” lo si sapeva da tempo, ma questo breve filmato esemplifica in maniera fin troppo eloquente (nel suo imbarazzante silenzio…) lo stato terminale di questa ideologia materialista per decenni spacciata come “teoria” scientifica dai baroni del sapere:

Darwinismo e razzismo. Quello che non molti sanno…

Considerava neri africani e aborigeni australiani (ma anche, da buon inglese purosangue, i vicini Irlandesi e i più lontani Slavi) come razze inferiori destinate ad essere soppiantate (annientate?) dai bianchi occidentali. La sua ipotesi deve gran parte del suo successo (oltre che all’implicito ateismo) dall’essere perfettamente funzionale all’imperialismo britannico dell’epoca. Eppure, per uno strano paradosso, […]

Venerdì 28, presentazione del libro di Enzo Pennetta: “Inchiesta sul darwinismo. Come si costruisce una teoria”

Venerdì 28 ottobre, ore 18.30/21.30, presso “Aquisgrana caffé letterario”, in via Ariosto 28, Roma, presentazione di un libro illuminante, che con impareggiabile chiarezza mette in luce il ruolo di vero e proprio “dogma laico”, avuto dal darwinismo nella costruzione del potere politico e culturale anglosassone. Un libro per chi non ha paura di guardare in […]

I cookie consentono una gamma di funzionalità che migliorano la tua fruizione di questo sito web.
Utilizzando il sito, l’utente acconsente all’utilizzo dei cookie in conformità con le nostre linee guida. Qui per approfondire

×